Il Digiuno Intermittente.

La Dieta Chetogenica.
Agosto 27, 2018
La Cistite Interstiziale: un aiuto dall’alimentazione
Settembre 25, 2018

Il Digiuno Intermittente.

Immagine da: https://www.dreamstime.com/stock-images-knife-white-plate-fork-red-picnic-table-cloth-tablecloth-image34275324

Il Digiuno Intermittente.

Molte persone spesso, nell’intento di perdere qualche kilo in poco tempo, provano le diete più drastiche e restrettive del momento, senza ovviamente affidarsi a personale esperto; tra questi tentativi alla cieca, uno dei più gettonati è sicuramente il digiuno: “oggi salto il pranzo perché stasera ho una cena di lavoro”, oppure “oggi non mangio niente perché ieri ho sgarrato eccessivamente”, e tante altre frasi..

Digiunare porta davvero ad una reale perdita di peso? questa perdita di peso equivale alla perdita di massa grassa? la massa muscolare viene intaccata?

Ebbene, se viene effettuato un digiuno “caotico”, non controllato e senza un criterio, la risposta a tutte queste domande è “no”; diversa risulta essere la strategia di digiuno studiata caso per caso e cucita sulla singola persona, da personale abilitato a far ciò.

Qual’è la strategia in questione? il DIGIUNO INTERMITTENTE. Detto anche Intermitting Fasting, il digiuno intermittente è una pratica che si basa su periodi di digiuno alternati a periodi di alimentazione; il digiuno può essere reale, e cioè non prevedere alcun introito di nutrienti ma solo acqua o altre bevande non zuccherate ed a-caloriche, oppure può essere simulato, con la possibilità di introdurre in alcune ore piccoli boli di alimenti che sono essenzialmente grassi e che, come abbiamo già un pò spiegato nell’articolo sulla dieta chetogenica, danno all’organismo gli stessi stimoli che darebbe un’attività fisica intensa o appunto, un digiuno reale.

I protocolli di Digiuno Intermittente sono molti e variano in base all’individuo, al suo stile di vita e alle sue esigenze, ma non sono ovviamente adatti a chiunque. Il Digiuno Intermittente permette di resettare il metabolismo energetico e le principali funzioni dell’organismo, detossificare da alcuni nutrienti e perdere grasso corporeo, senza andare ad intaccare la massa magra: non è vero quindi, che per qualsiasi soggetto valga la regola del “mangiare poco e spesso” perché alcune persone traggono più benefici dal mangiare meno spesso che viceversa.

Basti pensare ai nostri antenati, i quali sicuramente non si svegliavano alle 7 del mattino facendo colazione con cornetto e cappuccino, né pranzavano con enormi piatti di pasta, e via dicendo.. essi infatti impiegavano le loro giornate a caccia di cibo, che poteva mancare anche per giorni, svolgendo quindi un’intensa attività fisica, cosa che ad oggi poche persone fanno.

Per concludere, poiché noi deriviamo dai nostri antenati, il nostro patrimonio genico risulterà essere molto simile a quello dei primati, e quindi, solo dopo una corretta e adeguata valutazione nutrizionale, il digiuno Intermittente può rivelarsi la strategia vincente non solo per il dimagrimento, ma anche per la correzione di patologie metaboliche.

Dott.ssa Veronica Berni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *